• Riserva Naturale di Randello (RG)

21 Gennaio Nordic Walking


Scarica il programma in PDF

Direttore: Maurizio Azzara 349 1194887 con Fabio Dibenedetto (istruttore di Nordic Walking)

PERCORSO: ad anello su sentieri, piste sterrate e spiaggia.
LUNGHEZZA PERCORSO: ca. km 8,00
DISLIVELLO: irrilevante
QUOTE s.l.m.: quota max mt 32 – quota min. mt 0,00
DIFFICOLTA’: classificazione c.a.i. “T”
TEMPO DI PERCORRENZA: 4 ore circa (soste comprese)
EQUIPAGGIAMENTO: trekking, cappellino, 1,5 lt d’acqua, bastoncini da nordic walking (forniti dall’istruttore)
ACQUA POTABILE LUNGO IL PERCORSO: no
RIPARI LUNGO IL PERCORSO: no
GUADI: nessuno
PRANZO: a sacco in proprio
MEZZI DI TRASPORTO: mezzo proprio
NUMERO MAX DI PARTECIPANTI: 25
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: contributo volontario alla sezione di € 2,00.
ASSICURAZIONE PER I NON SOCI: eventuali non soci devono essere presenti alla presentazione e confermare la loro partecipazione all’escursione versando la quota per la copertura assicurativa di € 6,00 entro giovedì 18 gennaio.

PROGRAMMA

– Ore 8,30 Ritrovo presso l’ingresso principale della riserva di Randello S.P. 85; Coordinate: lat.       36.841246 long. 14.460326
– Ore 9,00 Breve introduzione alla disciplina del Nordic Walking, tecnica e uso dei bastoncini;
– Ore 10,00 Partenza per l’escursione
– Ore 15,00 Fine escursione

Il nordic walking (o camminata nordica) non è altro che una camminata naturale alla quale viene
aggiunto l’utilizzo funzionale di due bastoncini per apportare tutta una serie di benefici.
Inventata in Finlandia dai praticanti di sci di fondo che lo simulano in estate quando non c’è neve,
consiste nel camminare ad un ritmo più o meno sostenuto e muniti di due speciali bastoncini, che hanno la funzione di spinta per coinvolgere il maggior numero di muscoli possibile al fine di aumentare il dispendio energetico e per favorire anche un benefico esercizio a livello cardiocircolatorio.
I punti principali del nordic walking sono:
– postura eretta;
– coordinazione alternata braccia-gambe;
– ampiezza di movimento delle gambe e delle braccia;
– rilassamento delle spalle e decontrazione muscolare;
– rullata del piede.
Grazie al contributo e all’utilizzo dei bastoncini, che impongono un’azione “pendolare” alle braccia,
tutto il corpo è costantemente in movimento riuscendo così ad apportare i seguenti benefici:
– aumento generalizzato della forza e resistenza nei muscoli principali e nel tronco superiore;
– aumento significativo della frequenza del battito cardiaco;
– miglioramento delle vie vascolari ed efficienza dell’apporto di ossigeno;
– maggior facilità nella risalita di pendii;
– consumo di maggior quantità di calorie rispetto alla normale camminata;
– miglioramento di equilibrio e stabilità;
– alleggerimento significativo degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie.
Buona camminata.



torna su