• La via dei minatori

30 settembre -LA ZONA MINERARIA, CASTELLUCCIO – STEPPENOSA


Scarica programma in PDF

Direzione escursione: A.E. G. Scribano 3289176958
Appuntamento: sede CAI Partenza: 8.30
Rientro: 17.00
Equipaggiamento: scarponi
Mezzo di trasporto: proprio
Tipologia del percorso e tracciato: non tracciato
Difficoltà del percorso: E
Dislivello totale in metri: m300
Tempo di percorrenza in ore: 6
Presenti guadi da attraversare: nessuno
Acqua potabile lungo il percorso: non presente
Pasti: pranzo a sacco

Il posto: la zona mineraria che sta sulla sinistra del medio corso del Fiume Irminio nel tratto di Monte Steppenosa e interessa le contrade di Piano Ceci e Castelluccio. Qui le miniere successive a quelle della vicina Ragusa sono state aperte, per fare fronte all’aumentata richiesta di materiale asfaltico, per opera della The Val de Travers Aspalte Poving Ca. Ltd. di Londra. Questa la abbandonò lo sfruttamento trovando più conveniente i giacimenti di C.da. Tabuna- Cortolillo di Ragusa. Altre ditte proprietarie d’appezzamenti continuano la coltivazione in questa zona. La ditta Giardina di Modica, la Bonelli di Scicli, la ditta Kopp di Berlino, la Weyss & Freitag di Monaco, la ditta Cocò-Testa di Catania e la Fratelli Bocchieri di Ragusa. Il crollo della richiesta, dovuto allo scoppio della prima guerra mondiale, portò a fermare i lavori. Nel dopo guerra seguirono cessione ed accomodamenti, restano sul posto la ditta S.M.I.A. e la F.lli. Bocchieri. Queste ripresero la coltivazione fino a cederla alla Società A.B.C.D. che pensava di trasferire la roccia, con una teleferica di circa Km 10, in C.da Tabuna per sottoporla a lavorazione: distillazione e macinazione.
La C.da Castelluccio che interesserà il nostro percorso è anche di notevole interesse archeologico.
Qui’ il fiume, in una larga gola, ha isolato un dosso roccioso con la parte superiore pianeggiante alto circa 45m sul livello de fiume tale da assumere la conformazione di fortilizio naturale.
Qui nella chiusa del Finocchito è stato ritrovato uno dei più interessanti Ripostiglio di bronzi Siculi (circa Kg. 30) costituito da oggetti finiti, punte di lance e di frecce, asce, pugnali, coltelli, monili, che si possono ammirare nel museo archeologico di Ragusa.



torna su